VALUTAZIONE DEL PAZIENTE PEDIATRICO - il bambino e i parametri vitali PDF Stampa E-mail

lan Gasper, Jim Richardson, A Textbook of Children's and Young People's Nursing, 2006

La valutazione sta alla base della pianificazione e dell'erogazione dell'assistenza infermieristica al bambino ed alla sua famiglia. Che si tratti di una analisi completa e olistica dei bisogni e dei problemi di salute del bambino o di un rapido e mirato controllo di un singolo aspetto della condizione del bambino, la valutazione fornisce le informazioni utili a capire insieme alla famiglia cosa bisogna fare, quando farlo e chi deve farlo. L'infermiere deve possedere delle competenze di ragionamento clinico in modo da poter interpretare i dati ottenuti dalla valutazione e da poter identificare quali sono le azioni più appropriate da intraprendere, basandosi ove possibile sull'evidenza scientifica. Inoltre, l'infermiere deve essere in grado di gestire le informazioni e la conoscenza in modo da registrare in modo accurato necessarie competenze di gestione delle informazioni e della conoscenza per registrare in modo accurato i dati e le informazioni ottenute dalla valutazione e per fare si che i bambini, gli adolescenti e le loro famiglie possano partecipare pienamente al processo di assistenza.
La misurazione dei parametri vitali e del peso del bambino sono il punto di partenza per una assistenza mirata. L'accuratezza della misurazione è di fondamentale importanza: un valore sbagliato o la sua interpretazione sbagliata possono avere conseguenze molto importanti.

 

LA RILEVAZIONE DELLA PRESSIONE ARTERIOSA
Prima di tutto, scegliere un manicotto della pressione della misura adeguata.
Un manicotto della misura sbagliata può alterare i valori anche se un manicotto troppo grande li altera in misura minore rispetto ad uno troppo piccolo. Se il manicotto è troppo piccolo può dare dei valori più alti mentre uno troppo grande dei valori più bassi.
Come scegliere il manicotto della misura giusta?
- la larghezza della camera d'aria deve coprire 2/3 del braccio o della coscia;
- la larghezza del manicotto deve ricoprire il 40% della circonferenza del braccio a metà lunghezza dell'omero.

 

COME RICORDARSI I VALORI NORMALI DI PA PER LE DIVERSE ETA'?
Sistolica normale:
- da 1 a 7 anni: l'età + 90;
- da 8 a 18 anni: (l'età x 2) + 83.
Diastolica normale:
- da 1 a 5 anni: 56;
- da 6 a 18 anni: l'età + 52;
- nei bambini al di sotto dei 12 anni la pressione diastolica va registrata in corrispondenza di una attenuazione del battito; se il bambino ha più di 12 anni, la pressione diastolica va registrata in corrispondenza della scomparsa del suono.

 

LA RILEVAZIONE DELLA TEMPERATURA CORPOREA
I siti possibili per la misurazione sono 4: orale, ascellare, rettale,timpanico.
A cosa fare attenzione?
- se si usa il termometro timpanico nei bambini con più di 3 anni tirare il padiglione auricolare in alto e all'indietro;
- la misurazione rettale deve essere usata solo se non è possibile misurare la temperatura in altri punti, a causa del rischio di lesione rettale e perché molti bambini vivono questa operazione come una procedura invasiva;
- per la misurazione rettale lubrificare la punta del termometro e non inserirlo per più di 2 cm nel retto e tenere il termometro con una mano. Posizionare il bambino in decubito laterale con le ginocchia flesse sull'addome;
- la temperatura rettale e quella timpanica sono sempre 0,5 gradi Celsius superiori a quella orale e ascellare. La misurazione rettale stimola la minzione, attenzione!
- i termometri di vetro rappresentano sempre un rischio in ambito pediatrico e devono essere evitati quando possibile.

 

LA FREQUENZA RESPIRATORIA
Come fare: osservare l'alzarsi e l'abbassarsi dell'addome piuttosto che del torace.
A cosa fare attenzione: accertatevi che la mano appoggiata sulla pelle del bambino non sia fredda.
Quali sono i valori normali?
- un neonato ha una FR di 35 atti/min
- a 2 anni la FR è di 25 atti/min
- a 8 anni la FR è di 20 atti/min

 

LA FREQUENZA CARDIACA
Dove rilevare la FC?: nei lattanti e nei bambini piccoli (fino ai 3 anni) si rileva il polso apicale con un fonendoscopio. Il punto di repere si trova in posizione laterale rispetto al capezzolo verso la linea emiclaveare all'altezza del 4°-5°spazio intercostale.
Cosa fare durante la rilevazione: dare al bambino un ciuccio o un altro oggetto per distrarlo in modo da ottenere una frequenza cardiaca a riposo. Dato che il battito cardiaco di un bambino è molto più veloce di quello un adulto potete battere un dito seguendo il battito cardiaco in modo da ottenere una misura più accurata della frequenza e valutare il ritmo