DIGIUNO PREOPERATORIO nei bambini PDF Stampa E-mail

E' necessario il digiuno preoperatorio nei bambini?
Brady M, Kinn S, O'Rourke K, et al. Preoperative fasting for preventing perioperative complications in children. Cochrane Database Syst Rev. 2005 Apr 18;(2):CD005285


Il digiuno prima di una anestesia generale viene richiesto con l'obiettivo di ridurre il volume e l'acidità del contenuto gastrico. Gli anestetici per via generale inibiscono i riflessi protettivi che impediscono al contenuto gastrico di raggiungere i polmoni. Si è ritenuto che il digiuno riduca il rischio di rigurgito e di aspirazione del contenuto gastrico durante un intervento chirurgico. Recenti sviluppi hanno incoraggiato un cambiamento del tradizionale approccio del "digiuno completo dalla mezzanotte". Tuttavia il cambiamento è proceduto lentamente, perchè permangono interrogativi sulla durata del digiuno preoperatorio e sul tipo e la quantità di alimentazione consentita.

Questa revisione sistematica si è posta l'obiettivo di analizzare tutti gli studi che hanno valutato in ambito pediatrico l'effetto dei differenti tipi di digiuno preoperatorio (diversa durata del digiuno, tipi e durata delle assunzioni consentite) sulle complicazioni postoperatorie e sul benessere del ambino in attesa dell'intervento chirurgico.
Sono stati esaminati i principali database di studi clinici (Medline, Cinhal, Cochrane ecc.) da cui sono stati recuperati 23 studi che riguardano in tutto
2350 bambini.

Dall'esame degli studi è risultato che i bambini a cui viene consentita l'assunzione di fluidi fino a 120 minuti prima dell'intervento hanno volume del contenuto gastrico ed acidità gastrica non superiori a quelli dei bambini mantenuti a digiuno completo. Inoltre questi bambini erano meno irrequieti e più a loro agio dei bambini digiuni.
Per quanto riguarda la quantità di fluidi assunti prima dell'operazione, essa non risulta influenzare il volume gastrico ed il pH durante l'intervento.
Tuttavia, per quanto riguarda il tipo di fluidi, le prove riguardanti la possibilità di assumere latte sono ancora insufficienti per giungere a conclusioni.

La conclusione dei ricercatori è che nei bambini che hanno un rischio di aspirazione intraoperatoria normale non ci sono prove che dimostrino che il digiuno assoluto per 6 ore prima dell'intervento determini un beneficio maggiore per quanto concerne il volume del contenuto gastrico ed il suo pH, rispetto al permettere al bambino l'assunzione di liquidi "chiari" senza restrizioni di quantità fino a due ore prima dell'intervento.
I bambini a cui viene consentito di assumere liquidi fino a 2 ore prima sono inoltre più tranquilli e provano minore senso di fame e di sete.
Tuttavia, queste conclusioni non possono essere applicate ai bambini che presentano un rischio maggiore di aspirazione/rigurgito durante l'anestesia come, ad esempio i bambini obesi, i bambini diabetici ed i bambini con patologia gastrica.

 

Scarica il testo completo della revisione sistematica