CLAVE CONNECTOR O TAPPINO PERFORABILE - quale metodo è migliore? PDF Stampa E-mail

 

Nella nostra pratica clinica,per chiudere accessi venosi a permanenza, sono sempre più frequentemente usati i dispositivi di connessione per vie venose senza ago (in inglese "needleless connectors") come ad es. il cosiddetto "Clave connector", al posto dei tradizionali tappini di gomma perforabili. I "needleless connectors" sono stati introdotti a metà degli anni 90 per prevenire le punture accidentali degli operatori.
Un quesito che è sorto dalla nostra pratica assistenziale è: come scegliere l'uno o l'altro tipo di connettori ? Ci sono ricerche che ci dicano quale sia meglio usare ? Insomma, quale è meglio usare ?
Il quesito può essere precisato in 3 distinte domande:
- quale dei due sistemi è più sicuro e presenta un minor rischio di infortuni per gli operatori ?
- quale dei due sistemi presenta un minor rischio di contaminazione della via venosa e di infezione per il paziente ?
- quale dei due sistemi consente una maggiore durata della via venosa periferica a cui è applicato ?

 

Ricerca sulla letteratura scientifica esistente
Alcuni partecipanti del corso "Evidence Based Nursing", hanno effettuato una ricerca sull'uso dei dispositivi del tipo "needleless connector" utilizzando il più importante e completo archivio online di articoli scientifici (PUBMED) ed alcuni dei più importanti archivi di revisioni sistematiche. Sono stati cercati tutti gli articoli che avessero le caratteristiche dello studio sperimentale e dello studio osservazionale, con esclusione di tutti gli altri.
Ecco cosa è stato trovato.

Quale dei due sistemi è più sicuro per gli operatori ?
Sono stati trovati 1 revisione sistematica (Joanna Briggs Institute) e 4 studi. Di essi, Sia la Revisione Sistematica (del 2002) che 3 studi arrivano alla conclusione che l'uso di needleless connector riduce gli infortuni da puntura d'ago tra gli operatori mentre uno studio conclude che il rischio rimane lo stesso che usando i tappini tradizionali. Dall'esame dell'insieme degli studi si può concludere che l'uso dei needleless connectors è certamente più sicuro per gli infermieri rispetto ai tappini da perforare.

Gli studi esaminati:

  • Mendelson MH, Short LJ, Schechter CB, Meyers BR, Rodriguez M, Cohen S, Lozada J, DeCambre M, Hirschman SZ. Study of a needleless intermittent intravenous-access system for peripheral infusions: analysis of staff, patient, and institutional outcomes. Infect Control Hosp Epidemiol. 1998 Jun;19(6):401-6.
  • Lawrence LW, Delclos GL, Felknor SA, Johnson PC, Frankowski RF, Cooper SP, Davidson A.The effectiveness of a needleless intravenous connection system: an assessment by injury rate and user satisfaction. Infect Control Hosp Epidemiol. 1997 Mar;18(3):175-82.
  • L'Ecuyer PB, Schwab EO, Iademarco E, Barr N, Aton EA, Fraser VJ.Randomized prospective study of the impact of three needleless intravenous systems on needlestick injury rates. Infect Control Hosp Epidemiol. 1996 Dec;17(12):803-8.
  • Orenstein R, Reynolds L, Karabaic M, Lamb A, Markowitz SM, Wong ES.Do protective devices prevent needlestick injuries among health care workers? Am J Infect Control. 1995 Dec;23(6):344-51.

 

Quale dei due sistemi presenta un minor rischio di infezione per il paziente ?
Sono stati trovati 1 revisione sistematica (Joanna Briggs Institute)  e 16 studi. La Revisione Sistematica non arriva a nessuna conclusione. Quattro studi (di cui 2 studi clinici randomizzati) arrivano alla conclusione che l'uso dei needleless connectors riducono le infezioni; Sei studi arrivano a concludere che non esiste differenza nel rischio di infezioni per il paziente usando il needleless connector o il tappino tradizionale. Altri sei studi concludono che l'uso dei needleless connectors aumenta il rischio di infezione per il paziente.
I risultati sono quindi contrastanti: considerando anche la qualità degli studi condotti, appare però preponderante la tendenza a ritenere che non esista un rischio maggiore di infezioni connesso con l'uso di "needleless connectors". Tuttavia vari studi evidenziano che è necessario che il needleless connector venga disinfettato prima di ogni uso e che sia cambiato spesso (uno studio suggerisce ogni 2 giorni).

Gli studi esaminati:

  • Casey AL, Worthington T, Lambert PA, Quinn D, Faroqui MH, Elliott TS. A randomized, prospective clinical trial to assess the potential infection risk associated with the PosiFlow needleless connector. J Hosp Infect. 2003 Aug;54(4):288-93.
  • Bouza E, Munoz P, Lopez-Rodriguez J, Jesus Perez M, Rincon C, Martin Rabadan P,Sanchez C, Bastida E. A needleless closed system device (CLAVE) protects from intravascular catheter tip and hub colonization: a prospective randomized study. J Hosp Infect. 2003 Aug;54(4):279-87.
  • Donlan RM, Murga R, Bell M, Toscano CM, Carr JH, Novicki TJ, Zuckerman C, Corey LC, Miller JM.Protocol for detection of biofilms on needleless connectors attached to central venous catheters. J Clin Microbiol. 2001 Feb;39(2):750-3.
  • Seymour VM, Dhallu TS, Moss HA, Tebbs SE, Elliot TS. A prospective clinical study to investigate the microbial contamination o fa needleless connector. J Hosp Infect. 2000 Jun;45(2):165-8.
  • Lucet JC, Hayon J, Bruneel F, Dumoulin JL, Joly-Guillou ML. Microbiological evaluation of central venous catheter administration hubs. Infect Control Hosp Epidemiol. 2000 Jan;21(1):40-2.
  • Ho AM, Ling E.Contamination susceptibility of three needleless and one standard needle injection systems. Can J Anaesth. 1999 Mar;46(3):290-3.
  •  Do AN, Ray BJ, Banerjee SN, Illian AF, Barnett BJ, Pham MH, Hendricks KA, Jarvis WR.Bloodstream infection associated with needleless device use and the importance of infection-control practices in the home health care setting. J Infect Dis. 1999 Feb;179(2):442-8.
  • McDonald LC, Banerjee SN, Jarvis WR. Line-associated bloodstream infections in pediatric intensive-care-unit patients associated with a needleless device and intermittent intravenous therapy. Infect Control Hosp Epidemiol. 1998 Oct;19(10):772-7
  • Cookson ST, Ihrig M, O'Mara EM, Denny M, Volk H, Banerjee SN, Hartstein AI, Jarvis WR.Increased bloodstream infection rates in surgical patients associated with variation from recommended use and care following implementation of a needleless device. Infect Control Hosp Epidemiol. 1998 Jan;19(1):23-7.
  • Arduino MJ, Bland LA, Danzig LE, McAllister SK, Aguero SM. Microbiologic evaluation of needleless and needle-access devices. Am J Infect Control. 1997 Oct;25(5):377-80.
  • Brown JD, Moss HA, Elliott TS.The potential for catheter microbial contamination from a needleless connector. J Hosp Infect. 1997 Jul;36(3):181-9.
  • Kellerman S, Shay DK, Howard J, Goes C, Feusner J, Rosenberg J, Vugia DJ, Jarvis WR.Bloodstream infections in home infusion patients: the influence of race and needleless intravascular access devices. J Pediatr. 1996 Nov;129(5):711-7
  • Chodoff A, Pettis AM, Schoonmaker D, Shelly MA.Polymicrobial gram-negative bacteremia associated with saline solution flush used with a needleless intravenous system. Am J Infect Control. 1995 Dec;23(6):357-63.
  • Danzig LE, Short LJ, Collins K, Mahoney M, Sepe S, Bland L, Jarvis WR.Bloodstream infections associated with a needleless intravenous infusion system in patients receiving home infusion therapy. JAMA. 1995 Jun 21;273(23):1862-4.
  • Yassi A, McGill ML, Khokhar JB. Am J Infect Control. 1995 Apr;23(2):57-64. Efficacy and cost-effectiveness of a needleless intravenous access system.
  • Adams KS, Zehrer CL, Thomas W.Comparison of a needleless system with conventional heparin locks. Am J Infect Control. 1993 Oct;21(5):263-9.

 

Quale dei due sistemi fa durare più a lungo gli accessi venosi periferici (=cannule)?
Non esiste alcuno studio sull'argomento. Pertanto, al momento attuale non sappiamo se l'uso di needleless connectors sulle agocannule al posto dei tradizionali tappini di gomma da perforare influisce sulla durata dell'agocannula stessa.

Altri aspetti studiati:
Incidentalmente, abbiamo trovato uno studio che mostra come il fare prelievi di sangue attraverso il needless connector aumenta l'emolisi del campione prelevato.
Sharp MK, Mohammad SF. Hemolysis in needleless connectors for phlebotomy. ASAIO J. 2003 Jan-Feb;49(1):128-30.