Esposizione alla Televisione e comportamenti aggressivi nei bambini di 3 anni PDF Stampa E-mail

Manganello JA, Taylor CA. Arch Pediatr Adolesc Med. 2009;163(11):1037-45

Il Fragile Families and Child Wellbeing Study si è posto l’obiettivo di valutare se esiste un’associazione tra l’esposizione alla televisione e i comportamenti aggressivi, nei bambini di tre anni. Lo studio (prospettico di coorte) si è basato su dati raccolti per telefono e a domicilio fra le mamme di una popolazione di bambini di 20 città. L’osservazione è durata 36 mesi. Le variabili indipendenti osservate sono state l’esposizione diretta dei bambini alla televisione e l’uso della televisione in famiglia. Ulteriori potenziali fattori di rischio osservati sono stati la situazione sociale del quartiere e la presenza di disturbi psicosociali materni quali la depres-sione.
L’aggressività dei bambini è stata valutata con la Child Behavior Checklist/2-3.
Sono stati inclusi 3126 soggetti. L’esposizione di-retta del bambino alla TV e l’utilizzo complessivo della TV in famiglia sono risultati significativamente associati (p<0.001) con i comportamenti aggressivi del bambino. Sono risultati associati all’aggressività anche: l’essere stati sculacciati nel mese precedente (p<0.001), l’avere una madre depressa (p<0.001) e il vivere in un quartiere socialmente turbolento (p<0.001).
Conclusioni: i bambini di tre anni maggiormente esposti alla televisione -sia in modo diretto che indiretto-  hanno un rischio più alto di esibire comportamenti aggressivi.